hero_inner_pages-1280x733.jpg

16 Aprile 2019by La nutrizionista

Comincia a sentirsi l’odore della primavera, possiamo iniziare a gustare qualche frutta e verdura più fresche. Se non avete fatto il pieno di vitamina C, con gli agrumi, il mese scorso, avete ancora tempo: APPROFITTATENE! Potete anche usare insieme mela, kiwi e arance per una gustosa centrifuga, a cui aggiungere dello zenzero per dare quel tocco in più da cui, sicuramente, troverete beneficio.
In questo periodo sicuramente ci saranno di aiuto sali minerali e vitamine da cui attingere l’energia per affrontare il cambio di stagione. La primavera porta con sé un po’ di stanchezza, un po’ di debolezza e dobbiamo farci trovare preparati!

Scrivo sempre della stagionalità dei prodotti, essendo uno dei pilastri più importanti della dieta mediterranea, di cui parlo anche nel mio primo video sul canale youtube “nutritesta. L’importanza della dieta mediterranea è indiscussa, parlarne sempre non è ripetersi, ma fare continua informazione, che si traduce anche in attività di prevenzione. Parlare di stagionalità, ma soprattutto rispettarla è un aiuto al nostro corpo, qualcosa che dobbiamo fare, è davvero una delle prime attività preventive, più semplici, ma ovviamente è anche un mangiare sano e bene, assaporando quel frutto e quella verdura, così come sono.

Perché preferire i prodotti di stagione? Seguono i cicli naturali, questo significa che hanno più sapore, più vitamine, più nutrienti e soprattutto che mangiandoli nel periodo giusto, acquisiremo effettivamente tutto il valore nutrizionale che ognuno di essi ha. Mangiare le fragole a febbraio, oltre ad essere strano, non ci aiuta assolutamente ad avere qualche beneficio, non è nemmeno appagante per il palato. Un altro motivo per cui scegliere i prodotti stagionali è che abbiamo sicurezza sulla loro origine, non hanno conservanti, non subiscono inquinamento e non sono soggetti al trasporto. Ultima motivazione, per questo non meno importante, è un sicuro risparmio economico: il prodotto stagionale, infatti, non ha bisogno di particolari trattamenti, quindi sono assenti i costi di produzione, ecco perché anche le nostre tasche ne sentiranno meno il peso.

Quindi via libera ad agretti, bieta, broccoli, carciofi, finocchi, cavolfiori, cicoria, carote radicchio, spinaci, scarola, arance, kiwi, mele, mandarini, pere, pompelmi. L’alimento principe di questo periodo sono gli asparagi. Oltre che di ottimo sapore, danno la possibilità di essere mangiati in diversi modi, come condimento di un promo piatto, come contorno o come aggiunta di un secondo piatto. Sicuramente versatile, ricco di fibre, ha proprietà antitumorali e antiossidanti, diuretiche, è buono e la sua ricerca si accompagna più che bene ad una passeggiata che ora, con le temperature più calde, non possiamo sicuramente evitare.

In questo 2018 poi festeggiamo l’anno del cibo italiano. Come italiani, abbiamo il dovere di dare importanza ad iniziative simili. Questa occasione oltre che all’aspetto culinario del nostro paese, darà importanza alle opere d’arte di cui il nostro paese è ricchissimo. Si tratta di un’occasione per conoscere i prodotti che la terra ci regala, dare importanza a prodotti con marchi d’origine, imparare a non sottovalutarli.

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367, oppure recarvi a Formia presso la Clinica Casa del Sole, a Cassino, presso la clinica Sant’Anna, Sessa Aurunca, presso il Centro Fusco o a Castelforte, in Via Alcide De Gasperi n.66

Lucia Testa

 

 


Instagram

  • 27 0
  • 45 2
  • 45 0
  • 26 0
  • 26 0
  • 18 0

Articoli recenti