zucca-1280x720.jpg

20 Novembre 2019by La nutrizionista

In questo caldo autunno, la terra continua a regalarci i frutti di novembre e sicuramente ne dobbiamo approfittare.
Dallo scorso mese, la zucca è sempre più presente, con le sue caratteristiche che la rendono ottima al palato e alla vista. Poche calorie per tantissimi ottimi nutrienti! Come consumarla?
I modi sono tanti e il gusto rimane, che sia al forno, alla griglia.
La ricchezza in vitamine, dalla A alla B alla C la rendono alleata della vista, della lotta allo stress, del sistema immunitario, fonte di sostanze antiossidanti. Ci sono le castagne, nella cui composizione non mancano i minerali: potassio (ottimo per sostenere il lavoro muscolare), fosforo (per i tessuti nervosi), magnesio (che sicuramente può darci più energia), sodio, ferro, calcio zinco, rame e manganese. La farina di castagne è una valida alternativa per chi soffre di intolleranza ed allergia al glutine. Ovviamente i funghi, cioè: selenio, vitamina B3 per il buon funzionamento del sistema nervoso, proteine vegetali e buona fonte di antiossidanti. Hanno sicuramente le caratteristiche per tenere sotto controllo il colesterolo, ma è bene prestare molta attenzione alla scelta della varietà e della provenienza.

È sempre opportuno affidarsi anche ad un esperto per farsi aiutare nel riconoscere quelli sicuri.
Come mangiarli? Di solito, l’abitudine è utilizzarli come condimento della pasta, del riso in piatti che diventano, il più delle volte, molto calorici.
Non è l’unico modo! I funghi sono buonissimi anche in insalata, consumati, se vi va, crudi. Un contorno che diventa sano, saziante e innovativo per molti. Consiglio di provarli, dopo opportuno lavaggio, tagliati a fettine insieme a della verdura cruda (ad esempio, la rucola), un affettato magro (ad esempio, la bresaola), del grana o del parmigiano a scaglie e un filo di olio extravergine di oliva. Ci sta benissimo anche il succo di limone. Ovviamente non fate mancare la vostra porzione di carboidrati (pane integrale, ai cereali, pane alle noci), per avere un pasto completo. Tornano gli agrumi, condite con succo di limone anche i vostri secondi di carne e pesce, preparate una spremuta di arance, pompelmi rosa e giallo. Ricordate sempre che se i sapori sono acidi, per cogliere i benefici di questi frutti, potete trovare l’alternativa, unendo diversi agrumi ad esempio o, perché no, altra frutta! Inoltre, per le arance ad esempio, ci sono delle buonissime ricette, non complicate né richiedenti tempi di preparazione lunghi, che vi consentono di preparare, ad esempio, la classica carne bianca o il classico pesce al forno, scoprendo nuovi sapori. Basta aggiungere le fettine di arancia al secondo piatto che state preparando per avere un risultato innovativo, non solo per cene particolari, ma iniziate ad inserire questo nella vostra ordinarietà.
Il vostro corpo ne gioverà, voi avrete voglia di provare cose nuove, di apprendere da altri all’inizio per idee e ricette, ma poi, avrete voglia di sperimentare e, soprattutto, troverete il tempo di farlo.


72717230_10220795938270926_2934808856242421760_o.jpg

18 Ottobre 2019by La nutrizionista

Dosi: gr. 50 di fiocchi di avena; 100 ml di acqua; 100 ml di latte vegetale

  • metti i fiocchi di avena e l’acqua in ammollo tutta la notte;
  • aggiungi al mattino latte vegetale;
  • metti in un pentolino e gira fino alla consistenza che preferisci;
  • guarnisci a piacere con frutta secca, cioccolato fondente, frutta fresca, semi vari

Fettine di mela grigliate con cannella


Instagram

  • 20 1
  • 17 0
  • 22 0
  • 45 1
  • 28 0
  • 45 0