portfolio_07-1280x853.jpg

28 Novembre 2020by La nutrizionista

Solitamente il Natale è il periodo dell’anno in cui tutta la famiglia riesce a riunirsi, chi è fuori fa ritorno al proprio paese d’origine e ci si riabbraccia, si è pronti a passare tempo insieme, nella serenità che l’aria natalizia porta con sé. Solitamente questo sentore è accompagnato dal profumo dei cibi della tradizione natalizia. Questo 2020, però, pare che non ci darà le solite emozioni, ma sono certa che ogni piccola famiglia darà un tocco natalizio alle sue giornate. Il cibo sarà l’anello di congiunzione, come sempre, soprattutto per noi italiani. Mettiamo le mani in pasta quindi, ma sicuramente aiutare le aziende nostrane sarà una grande gioia. Panettoni, pandoro, torroni… qualcosa sicuramente girerà per casa.

Godiamoci queste feste, nel modo più “salutare” e “preventivo” possibile.

Natale è un periodo, ci saranno più giorni di festa, sicuramente staremo anche più spesso dentro casa. Non bisogna approfittarne, quindi meglio evitare di mangiare tutti i giorni il pandoro o il panettone. I consigli più utili rimangono quelli sempre validi:

  1. Idratarsi in modo costante, durante tutta la giornata. Spesso se si sta fuori casa, si evita di bere … ma ora davvero non abbiamo scuse! Acqua dal mattino, tisane e infusi per accompagnare pomeriggi e serate.
  2. Non saltare i pasti: si avrebbe solo più fame. Possiamo fare spuntini con frutta fresca e secca, stagionale e nutriente. Queste sono solo due alternative. Gli spuntini si possono fare davvero in tantissimi modi. Dolci o salati, la cosa bella è che possiamo renderli sfiziosi, sazianti e sani. Lo yogurt è una delle alternative più gettonate, se ci si aggiungessero del cioccolato fondente e delle noci? Oppure miele e noci? La frutta fresca: si può provare ad alternare quella cruda con la stessa cotta, alla mela cotta potete aggiungere della cannella. L’odore di cannella è anche molto natalizio!
  3. Muoviamoci! Ci sono davvero tanti modi per farlo, tante possibilità diverse. Bisogna metterci volontà. Tantissima volontà. Da questa partono tutte le nostre azioni.

Qualsiasi sia il nostro fabbisogno nutrizionale, nei giorni di festa molto probabilmente possiamo ritrovarci a mangiare più del necessario e quando si supera il Bilancio calorico, è in quell’occasione che il peso aumenta. Ma, ricordate, l’ago della bilancia si sposta in avanti se superiamo il quantitativo calorico di cui abbiamo bisogno in maniera continuativa. Certo, nei giorni in cui sapete di avere una cena particolarmente ricca potete fare un pranzo più leggero, che comprenda sempre la giusta quantità di proteine, carboidrati e grassi, ma limitata nelle porzioni, rispetto al solito. Ma tenete presente che è possibile anche non mettere peso, limitando l’eccesso calorico ai 5 o 6 pranzi e cene di dovere e piacere, il nostro corpo, in generale, non dovrebbe risentirne.

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367, oppure recarvi a Formia presso la Clinica Casa del Sole, a Cassino, presso la clinica Sant’Anna o a Castelforte, in Via Alcide De Gasperi n.66.


Vellutata-2.jpg

4 Novembre 2020by La nutrizionista

L‘arancione e il marrone in questo periodo prendono decisamente il sopravvento, non solo nell’ambiente, ma anche a tavola. Un valido spuntino possono essere le castagne, ricchissime di acqua e non mancano i minerali: potassio (ottimo per sostenere il lavoro muscolare), fosforo (per i tessuti nervosi), magnesio (che sicuramente può darci più energia), sodio, ferro, calcio zinco, rame e manganese. La farina di castagne è una valida alternativa per chi soffre di intolleranza ed allergia al glutine. La possiamo usare per dolci o come base per le preparazioni di pasta fatta in casa. Come la condiamo? Sicuramente i funghi sono un abbinamento perfetto. Ricchi di selenio, vitamina B3 per il buon funzionamento del sistema nervoso.

Sono un aiuto per il sistema immunitario e per tenere sotto controllo il colesterolo.

La zucca, madre di questa bella stagione. Poche calorie per tantissimi ottimi nutrienti! Come consumarla?

I modi sono tanti e il gusto rimane, che sia al forno, alla griglia le vitamine, dalla A allla B alla C sono sempre presenti. Una componente significativa è il betacarotene, un antiossidante i cui benefici sono ben noti. È un alimento sicuramente versatile, ottimo come contorno, come condimento di un risotto o come ingredienti per dolci e cibi rustici. È ottima la polpa, ma non solo. I semi della zucca non vanno persi. Possiamo lavarli per bene e tostarli.

Avremo degli ottimi spuntini, da gustare solo o in abbinamento ad uno yogurt oppure alle insalate o alle zuppe o passati di verdura che in questo periodo ci piacciono tanto.

Spessissimo mettiamo a tavola, in autunno, vellutate. Facili da fare, gustose e calde che allietano le serate più fresche. Ricordiamo di abbinare alle vellutate – solitamente ricchissime di fibre, avendo una base di verdure – dei cibi fonte di carboidrati (cereali, pasta, riso, pane…integrale ci piace di più) e proteine (del formaggio magro, del grana o del parmigiano, va benissimo anche della carne o un uovo). Il pesce, per cultura, forse non viene gradito in abbinamento a queste pietanze. Ma, ovviamente, non lo dimentichiamo.

Quindi consumiamolo 3 o 4 volte alla settimana tra pranzo e cena, scegliamo almeno una volta pesce azzurro (alici, pesce spada, sgombro…). Ultimi consigli, ma validi sempre e di cui scriviamo sempre: IDRATIAMOCI!

Acqua, tisane e infusi (ovviamente senza l’aggiunta di zucchero), in tutta la giornata, non solo ai pasti!

MUOVIAMOCI, i benefici superano ogni piccolo momento di pigrizia.

 

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367, oppure recarvi a Formia presso la Clinica Casa del Sole, a Cassino, presso la clinica Sant’Anna o a Castelforte, in Via Alcide De Gasperi n.66.


zucca-1280x720.jpg

20 Ottobre 2020by La nutrizionista

Il mese di Ottobre è ancora di passaggio, si intravedono giorni chiari e limpidi, lo spazio è tutto inondato di giallo, arancione e marrone. Anche le tavole si riempiono degli stessi colori,
possiamo ricordare solo le verdure e la frutta estiva e anche le ricette hanno un sapore decisamente più caldo. La fresca colazione con lo yogurt non allieta più il palato di tutti, i
ciambelloni, i pancakes, il latte caldo tornano a darci il buongiorno. Ricordiamoci che le colazioni sono complete quando associamo proteine, carboidrati e grassi, il tutto che sia regolarmente
di buona qualità. Questo è diverso dal dire di “buona marca”, per una spesa di qualità, per avere a casa dei prodotti buoni dal punto di vista nutrizionale, dobbiamo imparare
a leggere le etichette nutrizionali (tabella e lista degli ingredienti).
Frutta e verdura: sono validissimi i prodotti freschi, sicuramente sono quelli stagionali, ci vorrà un più di tempo per pulirli a casa, ma, statene certi, gusto, stomaco, intestino, ne
saranno felicissimi.
Scegliamo almeno due volte dei piatti con i legumi, adesso possiamo gustarli, senza aver paura del calore, insieme alla pasta o al riso. Sono piatti unici e anche i più piccoli ne
hanno sicuramente uno, tra i tanti, che preferiscono.
Si decide di cambiare totalmente, un passo alla volta perché il risultato vero è continuare con abitudini sane e durature, con costanza e quotidianità.
Ecco la lista della spesa: carote, broccoli, cavolfiori, cicoria, finocchi, patate, radicchio e zucca, da gustare come contorni o come condimenti per un primo piatto. Ottobre, poi,
viene associato molto spesso all’arancione, alla zucca e cosa possiamo farci? Ci sono piatti dolci e salati. È un ottimo condimento per la pasta o il riso o il farro, anche nelle
zuppe da un sapore unico. Possiamo sceglierla di arrostirla a fette o cucinarla a pezzettoni in forno, condita con origano, sale e pepe (o senza, o con altri aromi in base ai gusti). Ci
sono poi delle ottime varianti dolci, che hanno come base questo fantastico ortaggio: se lo facciamo in casa, scegliamo noi le dosi, siamo padroni degli ingredienti, possiamo
cimentarci in varie prove! Che aspettiamo?

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367, oppure recarvi a Formia presso la Clinica Casa del Sole, a Cassino, presso la clinica Sant’Anna o a Castelforte, in Via Alcide De Gasperi
n.66


dottssa-Lucia-Testa-2-1280x960.png

19 Maggio 2020by La nutrizionista

RICOMINCIARE 🌷 Mercoledì 20 Maggio 2020

Rimangono attive le consulenze online 🤳
ma… Le porte dello studio
📍di Castelforte
📍dell’ambulatorio di Formia Clinica Polispecialistica “Casa del Sole”
📍dell’ambulatorio di Cassino Sant’Anna Casa di Cura
riaprono😍

👇
Saranno rispettate tutte le misure di sicurezza necessarie, quindi la disinfezione delle superfici e degli strumenti tra una visita e l’altra con detergenti disinfettanti certificati;

Tra un appuntamento e l’altro ci sarà la distanza di 2⃣0⃣ minuti;
Lo studio di castelforte non ha una sala d’attesa ma un cortile ampio, vi chiedo comunque di rispettare l’orario della visita;

E’ richiesto di arrivare a studio muniti di mascherina e guanti. Troverete l’igienizzante mani al vostro arrivo;  In questo periodo non sono ammessi accompagnatori, fatta eccezione per i minori;  se si manifestano sintomi influenzali, contattatemi


Granola-fatta-in-casa-1.jpg

13 Maggio 2020by La nutrizionista

Granola fatta in casa 👩‍⚕️👩‍🍳

Ottimo per la colazione, ma potendolo fare in quantità maggiore, possiamo conservarlo per 2/3 giorni in un contenitore ermetico e…spuntini alternativi 😍 anche “da portare” a scuola per i più piccoli 🎈

Io l’ho fatta con
– fiocchi di avena
– farro soffiato
– semi di chia
– uvetta
– noci e mandorle
– pinoli
– acqua
– 2 cucchiaini di miele
Ho mescolato tutto, steso su carta da forno in una teglia, messo in forno a 180° per 20min


Instagram