muesli-486832_1920-735x1024.jpg

4 Aprile 2022by NutriTesta

Arance, fragole, kiwi, pompelmo! Sono ingredienti di una buonissima macedonia, di un saziante spuntino a forma di frullato o, perché no, un primissimo gelato. Il pompelmo da solo non è amato da tutti, anzi…ma lo avete mai provato in unione a delle arance succose o anche in una insalata? Sicuramente si fa riconoscere e da un tono di acidità che poi ameremo. Naturalmente ricco di acqua e vitamina C come i suoi compagni agrumi. Ci sono diverse varietà, ecco perché sicuramente in questa stagione le tavole si arricchiscono di colori. Il pompelmo rosa, il pomelo, stessa famiglia, ma uno rosa, appunto, l’altro più giallo. E poi ci sono gli asparagi a cui mi piace sempre dedicare uno spazio un po’ speciale. Indubbio l’ottimo sapore e l’estrema varietà di utilizzo. Come contorno, condimento della pasta, come condimento di un secondo (famosissima “frittata di asparagi”) e poi per averli le passeggiate e la corsa a prenderne di più è sempre invitante. Proprietà terapeutiche: cura di patologie reumatiche e problemi urinari Proprietà diuretiche grazie all’elevato rapporto potassio/azoto e all’asparagina (NOTA BENE: è lei la responsabile dell’odore forte che si avverte nell’urina dopo aver mangiato asparagi). Sono ipocalorici: 100 g di asparagi contengono 25 Kcal, 90% acqua, 3,2% carboidrati, 3 – 3,5% proteine, 0,2% grassi. Facilitano la digestione essendo ricchi di fibre. Proteggono la pelle grazie al contenuto di glutatione, un antiossidante che protegge la pelle da agenti atmosferici, inquinamento e raggi solari. Migliorano la coagulazione del sangue grazie al contenuto di Vitamina K, molto importante anche per le ossa. Hanno un buon contenuto di vitamina B9 che aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue. Proprietà antitumorali: l’inulina arriva intatta all’intestino crasso aiutando l’organismo ad assorbire meglio i nutrienti e prevenendo il rischio di tumore al colon. Contengono antiossidanti: rallentano il processo di invecchiamento e contrastano l’attività dei radicali liberi che significa prevenzione verso alcuni tipi di tumore. Proprietà antinfiammatorie date da saponine, quercitina, rutina e Kaempferol. Favoriscono la riduzione del rischio delle malattie croniche più comuni, quali malattie cardiache e diabete di tipo 2.

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367


fragole-1280x854.jpg

9 Giugno 2021by NutriTesta

Diamo il via alla stagione della cucina “senza fornelli”, piatti freddi, sani e completi anche di gusto ovviamente. Alimenti tipici di questa stagione? I fiori di zucca, sicuramente. Sono ricchi di acqua e più che adatti ad una bella cena estiva, protagonisti di tante ricette. I fiori di zucca sono ortaggi diuretici e drenanti, ricchi di vitamine (specialmente vitamina A) e Sali minerali. Li possiamo gustare al forno, ripieni con del tonno o del formaggio e via ad altre idee, oppure come condimento di un bel primo piatto insieme a del pesce o della carne macinata. Sono ipocalorici: 100g di fiori di zucca contengono 12 kcal di bontà. Un’altra raccomandazione? Consumateli nel periodo in cui crescono naturalmente, dalla primavera all’estate.

Questo mese per me, ha sempre dato il via al consumo di fragole. Che buone!!! sono considerate tra le fonti alimentari più ricche di composti bioattivi, dalle formidabili proprietà antiossidanti. Nella fragola troviamo buone quantità di potassio (minerale fondamentale per la contrazione muscolare, la regolazione della pressione arteriosa e il mantenimento del sistema idro-salino) e di fosforo (coinvolto nel metabolismo energetico e nella costruzione di molte proteine): 100 gr di fragole contengono circa il 4% della dose giornaliera raccomandata di questi due minerali. E poi vi lascio qualche ricetta che potete iniziare a gustare: ovviamente ricerchiamo sempre un piatto che sia completo dal punto di vista dei macronutrienti: proteine, carboidrati e grassi.

La fonte di carboidrati per le ricette che vi consiglio è il farro, ma potrebbe essere anche l’orzo, oppure l’avena, il miglio, il grano saraceno, tutte le varianti di riso (basmati, rosso, nero…). Ecco degli abbinamenti completi e gustosi: con zucchine, pomodorini e cubetti di mozzarella, con pesto di rucola e pomodorini, con ceci, radicchio rosso e menta, con ceci e verdure (zucchine, peperoni, carote), con pomodorini, scamorza e olive, con rucola, noci e grana, con mais, pomodorini e cubetti di provola, con tonno, pomodorini e olive, con melanzane, zucchine, carote e dell’affettato magro, con fagioli, pomodorini e salmone fresco, con uova sode e fagiolini, con gamberi e fagiolini. Queste sono solo alcune delle idee per mangiare in modo salutare e veramente gustoso. Ovviamente vi consiglio di aggiungere dell’olio extravergine di oliva, preferibilmente a crudo e un altro buon modo per sentirvi sazi e non appesantiti è preferire le verdure estive grigliate, le potete mangiare anche così come sono, aggiungendo degli aromi, come basilico o menta che contribuiranno ad aumentare ed esaltarne il sapore naturale.

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367, oppure recarvi a Formia presso la Clinica Casa del Sole, a Cassino, presso la clinica Sant’Anna o a Castelforte, in Via Alcide De Gasperi n.6


Polpetta-Burger-di-patate-melanzane-e-zucchine-al-forno.jpg

1 Settembre 2018by La nutrizionista

(Dosi per 4 persone)

Per il contorno lavate sotto acqua corrente due pomodori e tagliateli a pezzi, nella forma che più vi piace, condite con un cucchiaino di olio extravergine di oliva, origano e basilico fresco!

Per le polpette – burger lessate, con della cipolla e un cucchiaino di olio extravergine di oliva, 3 zucchine insieme a 2 melanzane a tocchetti e dei pomodorini. Mescolate insieme ad un uovo, 2 cucchiai di pan grattato, 2 cucchiai di parmigiano e della menta fresca. Quando si sarà amalgamato, create delle polpette e poi schiacciate al centro, ponetele su una teglia con della carta da forno e mettete in forno preriscaldato a 180g per 15 minuti!

Buonissime anche per i più piccoli!


cous-cous.jpg

1 Settembre 2018by NutriTesta

In una casseruola far tostare poco più di mezzo bicchiere di cous cous con un cucchiaino di olio extravergine di oliva. togliere il cous cous dal fuoco e versarvi poco più di mezzo bicchiere di acqua bollente mescolando di tanto in tanto per facilitare l’assorbimento. Coprire e lasciar riposare. Sgranare il cous cous.

In una padella cucinare delle verdure stagionali e di vostro gradimento (io ho utilizzato delle zucchine).

Quando il cous cous si sarà raffreddato potete unire i due ingredienti e condire con un cucchiaino di olio a crudo, menta e delle scaglie di mandorle. Per completare il piatto con una parte proteica, potete usare della ricotta vaccina, senza mantecarla con il cous cous e…buon appetito!

(le dosi si riferiscono ad una persona normopeso)