WhatsApp-Image-2021-10-02-at-08.45.55-1280x720.jpeg

2 Ottobre 2021by wp_7534263

Ottobre è il mese dedicato alla prevenzione delle malattie tumorali. Fare prevenzione significa anche e soprattutto mangiare bene, avere un corretto stile di vita. Il significato di un “corretto stile di vita” sta nelle attività che decidiamo di fare che comprendono i quattro pilastri della dieta mediterranea.

Gli studi più recenti continuano a confermare l’importanza di un apporto buono, corretto di nutrienti. Di proteine al alto valore biologico (che contengono tutti gli amminoacidi essenziali), di carboidrati complessi (pane, riso, pasta, cereali) preferendo gli integrali. Consigliano anche l’uso di grassi buono: olio extravergine di oliva, frutta secca, avocado. Sicuramente limitare tanto la quantità di zucchero, sale, farine bianche è un grande aiuto al nostro corpo. Va bene se mangiamo un dolce, non va bene assolutamente se ne abusiamo o se lo preferiamo alla frutta, ad esempio. Va bene se usiamo del sale per dare sapidità, insaporire il piatto, non è corretto salare i cibi in modo eccessivo. Stiamo attenti, basta davvero poco per avere delle abitudini corrette e già solo in questo modo fare prevenzione per noi stessi, per il nostro corpo.

Scegliere di prendersi cura di sé stessi significa sicuramente mangiare bene e fare dell’attività fisica, in base alle nostre esigenze, ai nostri scopi, al nostro tempo.

Qualcosa che deve essere alla base di tutto questo? La prevenzione!

Senza ombra di dubbio. Non c’è mese migliore di Ottobre per tenersi aggiornati sulla propria condizione fisica, controllando con analisi di diverso tipo. In questo “mese rosa”, infatti, tante sono le iniziative, soprattutto per le donne. La LILT (Lega Italiana per la Lotta ai Tumori) è un’associa[1]zione che ogni anno organizza controlli e visite gratuite presso la Brest Unit del Goretti di Latina. Effettuare periodicamente dei check up senologici è di fondamentale importanza.

Una diagnosi precoce, tantissime volte, è l’arma vincente.

In ultimo vi ricordo di rispettare la stagionalità, ecco la lista della spesa di questo periodo: carote, broccoli, cavolfiori, cicoria, finocchi, patate, radicchio e zucca, da gustare come contorni o come condimenti per un primo piatto.

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367


zucca-1280x720.jpg

20 Ottobre 2020by wp_7534263

Il mese di Ottobre è ancora di passaggio, si intravedono giorni chiari e limpidi, lo spazio è tutto inondato di giallo, arancione e marrone. Anche le tavole si riempiono degli stessi colori,
possiamo ricordare solo le verdure e la frutta estiva e anche le ricette hanno un sapore decisamente più caldo. La fresca colazione con lo yogurt non allieta più il palato di tutti, i
ciambelloni, i pancakes, il latte caldo tornano a darci il buongiorno. Ricordiamoci che le colazioni sono complete quando associamo proteine, carboidrati e grassi, il tutto che sia regolarmente
di buona qualità. Questo è diverso dal dire di “buona marca”, per una spesa di qualità, per avere a casa dei prodotti buoni dal punto di vista nutrizionale, dobbiamo imparare
a leggere le etichette nutrizionali (tabella e lista degli ingredienti).
Frutta e verdura: sono validissimi i prodotti freschi, sicuramente sono quelli stagionali, ci vorrà un più di tempo per pulirli a casa, ma, statene certi, gusto, stomaco, intestino, ne
saranno felicissimi.
Scegliamo almeno due volte dei piatti con i legumi, adesso possiamo gustarli, senza aver paura del calore, insieme alla pasta o al riso. Sono piatti unici e anche i più piccoli ne
hanno sicuramente uno, tra i tanti, che preferiscono.
Si decide di cambiare totalmente, un passo alla volta perché il risultato vero è continuare con abitudini sane e durature, con costanza e quotidianità.
Ecco la lista della spesa: carote, broccoli, cavolfiori, cicoria, finocchi, patate, radicchio e zucca, da gustare come contorni o come condimenti per un primo piatto. Ottobre, poi,
viene associato molto spesso all’arancione, alla zucca e cosa possiamo farci? Ci sono piatti dolci e salati. È un ottimo condimento per la pasta o il riso o il farro, anche nelle
zuppe da un sapore unico. Possiamo sceglierla di arrostirla a fette o cucinarla a pezzettoni in forno, condita con origano, sale e pepe (o senza, o con altri aromi in base ai gusti). Ci
sono poi delle ottime varianti dolci, che hanno come base questo fantastico ortaggio: se lo facciamo in casa, scegliamo noi le dosi, siamo padroni degli ingredienti, possiamo
cimentarci in varie prove! Che aspettiamo?

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367, oppure recarvi a Formia presso la Clinica Casa del Sole, a Cassino, presso la clinica Sant’Anna o a Castelforte, in Via Alcide De Gasperi
n.66


Instagram