Lucia-lavoro-top.jpg

27 Aprile 2021by wp_7534263
Una buona, anzi ottima, idratazione, è la base!
“L’acqua è il principale costituente del corpo umano e rappresenta circa il 60% del peso corporeo nei maschi adulti, dal 50 al 55% nelle femmine (caratterizzate da una maggiore percentuale di grasso corporeo rispetto ai maschi), e fino al 75% in un neonato.
Quanto bere
La quantità di acqua da bere è abbastanza variabile a seconda degli individui, tenendo conto dell’ambiente di vita, del regime di lavoro ed attività, del tipo di alimentazione e degli stili di vita.
I valori di riferimento, che considerano l’acqua assunta complessivamente – sia mediante consumo diretto che attraverso alimenti e bevande di ogni genere –, in condizioni di moderate temperature ambientali e medi livelli di attività fisica, sono così definiti:
neonati sino a sei mesi di vita: 100 mL/kg al giorno,
bambini:
tra 6 mesi e un anno di età: 800-1000 mL/giorno,
tra 1 e 3 anni di vita: 1100-1300 mL/giorno,
tra i 4 e gli 8 anni di età: 1600 mL/giorno;
età compresa tra 9-13 anni: 2100 mL/giorno per i bambini e 1900 mL/giorno per le
bambine;
adolescenti, adulti e anziani:
femmine 2 L/giorno
maschi 2,5 L/giorno.
Questi valori sono indicativi. “
Fonte @ministerosalute

Vellutata-2.jpg

4 Novembre 2020by wp_7534263

L‘arancione e il marrone in questo periodo prendono decisamente il sopravvento, non solo nell’ambiente, ma anche a tavola. Un valido spuntino possono essere le castagne, ricchissime di acqua e non mancano i minerali: potassio (ottimo per sostenere il lavoro muscolare), fosforo (per i tessuti nervosi), magnesio (che sicuramente può darci più energia), sodio, ferro, calcio zinco, rame e manganese. La farina di castagne è una valida alternativa per chi soffre di intolleranza ed allergia al glutine. La possiamo usare per dolci o come base per le preparazioni di pasta fatta in casa. Come la condiamo? Sicuramente i funghi sono un abbinamento perfetto. Ricchi di selenio, vitamina B3 per il buon funzionamento del sistema nervoso.

Sono un aiuto per il sistema immunitario e per tenere sotto controllo il colesterolo.

La zucca, madre di questa bella stagione. Poche calorie per tantissimi ottimi nutrienti! Come consumarla?

I modi sono tanti e il gusto rimane, che sia al forno, alla griglia le vitamine, dalla A allla B alla C sono sempre presenti. Una componente significativa è il betacarotene, un antiossidante i cui benefici sono ben noti. È un alimento sicuramente versatile, ottimo come contorno, come condimento di un risotto o come ingredienti per dolci e cibi rustici. È ottima la polpa, ma non solo. I semi della zucca non vanno persi. Possiamo lavarli per bene e tostarli.

Avremo degli ottimi spuntini, da gustare solo o in abbinamento ad uno yogurt oppure alle insalate o alle zuppe o passati di verdura che in questo periodo ci piacciono tanto.

Spessissimo mettiamo a tavola, in autunno, vellutate. Facili da fare, gustose e calde che allietano le serate più fresche. Ricordiamo di abbinare alle vellutate – solitamente ricchissime di fibre, avendo una base di verdure – dei cibi fonte di carboidrati (cereali, pasta, riso, pane…integrale ci piace di più) e proteine (del formaggio magro, del grana o del parmigiano, va benissimo anche della carne o un uovo). Il pesce, per cultura, forse non viene gradito in abbinamento a queste pietanze. Ma, ovviamente, non lo dimentichiamo.

Quindi consumiamolo 3 o 4 volte alla settimana tra pranzo e cena, scegliamo almeno una volta pesce azzurro (alici, pesce spada, sgombro…). Ultimi consigli, ma validi sempre e di cui scriviamo sempre: IDRATIAMOCI!

Acqua, tisane e infusi (ovviamente senza l’aggiunta di zucchero), in tutta la giornata, non solo ai pasti!

MUOVIAMOCI, i benefici superano ogni piccolo momento di pigrizia.

 

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367, oppure recarvi a Formia presso la Clinica Casa del Sole, a Cassino, presso la clinica Sant’Anna o a Castelforte, in Via Alcide De Gasperi n.66.